Vittorio LussanaIl benessere abitativo è quel fattore soggettivo, tipico di ogni singolo individuo, in base al quale è possibile misurare, in termini statistici, il grado medio di 'comfort' che si vive all'interno della propria casa. Essendo un fattore individuale, esso viene determinato da alcuni parametri i quali, sotto il profilo scientifico, conducono verso funzioni matematiche indicatrici di alcune tendenze, non certo di una formula unica, valida per tutti. Ciò non significa che di tale argomento non se ne debba parlare, poiché si tratta di una tematica strettamente legata a quella tutela paesaggistica, culturale e ambientale del Paese, che sembra penetrare con fatica nei 'cervelli' degli italiani. In passato, il benessere abitativo non era più di tanto ricercato: sembrava un fattore casuale, che derivava da una serie di coincidenze fortunate. Invece, si tratta di una serie di aspetti di cui bisogna tener conto, soprattutto in fase di progettazione e costruzione dei nuovi nuclei abitativi. Sino agli anni '80 del secolo scorso, la questione principale, soprattutto nelle grandi metropoli, era infatti quella di assicurare alla gente uno spazio in cui poter vivere riparati dalle intemperie, che fosse poco distante dal luogo di lavoro e che permettesse la creazione di una famiglia. Oggi, invece, dati i ritmi frenetici della nostra vita quotidiana, l'abitazione è diventata un posto in cui svolgere anche altre attività: dalle riunioni di lavoro, ai ricevimenti in cui intrattenere relazioni pubbliche e sociali, fondamentali soprattutto per l'esercizio di alcune professioni. In buona sostanza, si è passati da un piano materialistico, a quello della ricerca di una miglior qualità della vita, ormai divenuta un obiettivo fondamentale, da valutare già in fase di progettazione e costruzione.

PER LEGGERE E SCARICARE IL NOSTRO MENSILE SFOGLIABILE CLICCARE QUI


AFORISMI FIORENTINI
I due 'forni'
Articolo di: Il Taciturno

Il TaciturnoLuigi Di Maio, che ormai si sente un grande statista e parla con il vocabolario di Andreotti, dice che incomincia a stancarsi della "politica dei due forni": se il primo (la Lega) non è disponibile alla fornitura nei termini richiesti, lo chiude e passa al secondo (il Pd). Si troverà senza pane. E con il conto da pagare.



FISCO
La scadenza del 15 maggio
Articolo di: Raffaella Ugolini

Raffaella UgoliniPer aderire alla definizione agevolata e pagare l'importo residuo delle somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora, la scadenza fissata è quella del 15 maggio 2018. Questo il termine, annunciato dal Dl n. 148 del 2017, che permette ai contribuenti di pagare l'importo restante delle somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora.


SPORT
La piattaforma digitale
che rivoluzionerà il mondo del calcio

Articolo di: Silvia Mattina

Silvia MattinaCiro Caruso, già difensore e pedina fondamentale della resurrezione del Napoli calcio dopo la retrocessione in serie B dei primi anni duemila, oggi ha deciso di sposare il sistema 'Play One Sport': la nuova piattaforma digitale in cui calciatori e allenatori, professionisti e non, possono promuovere il proprio lavoro e dare visibilità al proprio talento, sia verso il pubblico, sia verso le società sportive. Napoletano, classe '73, Caruso è cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Napoli. Ha iniziato a giocare prestissimo e, dopo anni di militanza in diverse squadre italiane, tra cui Carpi e Reggiana, ha chiuso la propria carriera nella stagione 2004/2005 tra le fila dell'Internapoli. Oggi, Caruso si occupa di 'scouting' per il procuratore Beppe Galli, agente di diversi calciatori. In tempi recenti è entrato in contatto con Diego Catalano, Ceo di Crypto Balance Finance, ideatore del primo Street social network 'Shirthink' e della piattaforma 'Play One Sport', il quale, grazie all'amicizia di lunga data con Sergio Pisani, avvocato di Diego Armando Maradona, ha seguito e consigliato gli investimenti in Cryptocurrencies (criptovalute, ndr) di Ciro Caruso. "Una piattaforma a dir poco rivoluzionaria", afferma Caruso, "che aiuta a scoprire, a capire e a vedere anche laddove un osservatore non sempre riesce ad arrivare. Offre spunti importanti", aggiunge, "e le opportunità aumentano in maniera esponenziale".




L'OPINIONE
A ognuno la sua trappola
Articolo di: Ennio Trinelli

Ennio TrinelliNon è straordinario il 'balletto' al quale stiamo assistendo per la 'poltroncina' di presidente del Consiglio dei ministri? Si ha come la sensazione, diciamo così, che dell'Italia e degli italiani non 'freghi' niente a nessuno, se non a quelli che vanno a votare così preoccupati 'solo' di loro stessi - e solo di quello - da correre in massa a mettere la 'crocetta' sul simbolo di coloro che gli prospettano una vita tranquilla a base di redditi di cittadinanza e anche la coscienza a posto ("Me l'hanno promesso, lo posso pretendere") e poi scoprono con disperazione, "oh, immane tragedia" [cit.], che Di Maio ha promesso tale provvedimeto a 9 milioni di italiani che ci hanno creduto e che hanno votato il suo Partito. E che, se la promessa fosse mantenuta, a 720 euro al mese per 9 milioni di persone farebbe una cifra superiore agli 80 miliardi di euro annui, quando l'intera spesa sanitaria nazionale di miliardi ne costa 144 e corrisponde a 3,6 punti percentuali di Pil. Vagli a spiegare a questi qui, che già il giorno dopo le elezioni pretendevano il reddito di cittadinanza, che la promessa 'pentaleghista' con punte di neofascismo vale 1,7 punti di Pil e non può essere mantenuta. Anzi, andateglielo a spiegare voi che cos'è il Pil e perché sono cascati in una 'trappola': io non ne ho voglia. Nel frattempo, mentre rido come un matto, anche io attendo un governo che mantenga le promesse. E leggo il 'Time' perché "io valgo": vi assicuro che la situazione degli Usa è ancor più esilarante della nostra.


CULTURA
Un successo meritato
Articolo di: Michele Di Muro

Michele Di MuroIl nuovo saggio di Giuseppe Lorin intitolato 'Transtiberim, Trastevere, il mondo dell'oltretomba', edito da Bibliotheka, continua il suo tour di presentazioni. Mercoledì 18 aprile 2018, alle ore 18.00, il volume dedicato alla sponda destra del Tevere sarà commentato presso lo spazio dell'arte 'Medina Roma'. Con l'autore interverranno: Vittorio Lussana, direttore responsabile di 'Periodico italiano magazine' e di 'Laici.it' e l'architetto Palma Costabile. L'attrice Chiara Pavoni interpreterà 'Le Mantellate' e il monologo: 'Mi ascolteranno le stelle. La storia di Hoda' di Michela Zanarella, le cui poesie sono parte integrante del libro. Letture a cura di Giuseppe Laudisa, Vera Beth e Gianmaria Pantano. Il volume, edito da Bibliotheka, offre una ricca documentazione fotografica e tratta di luoghi, monumenti, strade, personaggi, eventi, targhe, abitazioni, leggende, posti ancora esistenti o scomparsi dall'incommensurabile valore culturale e artistico, per certi ambiti ancora da riscoprire. Attualmente, il libro ha già raggiunto la ventiduesima posizione nella classifica dei bestseller di Ibs Libri, per il genere: Arte, architettura e fotografia, argomenti d'interesse generale, restauro e conservazione delle opere d'arte.