Michele Di MuroMatera, capitale europea della cultura nel 2019, ospiterà la mostra incentrata sull'attività del celebre artista surrealista spagnolo, Salvador Dalì: una delle figure più rappresentative dell'arte del secolo scorso. Intitolata 'Salvador Dalí - La persistenza degli opposti', la rassegna sarà ufficialmente aperta al pubblico il prossimo 2 dicembre, mentre la chiusura è stabilita per il 30 novembre dell'anno venturo. L'esposizione - già presentata in molteplici città sparse per il mondo - è allestita su tutto il centro cittadino, tra spazi chiusi ed 'en plein air'. La mostra è rappresentativa di un consistente percorso artistico compiuto da Dalí al di fuori della sfera prettamente pittorica, per la quale è noto ai più. Sono già visibili tre grandi installazioni sparse all'interno del centro storico del capoluogo lucano e nel 'rione dei sassi'. Si tratta di altrettante sculture in bronzo rappresentanti: l'Elefante spaziale, il Piano surrealista e la Danza del tempo. A queste si aggiungono 200 opere quali piccoli sculture, libri illustrati, arredi, illustrazioni e opere in vetro, allestite presso le suggestive chiese rupestri di San Nicola dei Greci e Madonna delle Virtù. Un viaggio alla scoperta della produzione dell'eclettico e poliedrico artista spagnolo, che sarà ulteriormente arricchito da ologrammi, realtà virtuali, proiezioni in 3D e 'video-mapping' realizzati dalla società 'Phantasya' srl. Le opere sono rappresentative di un percorso di riflessione compiuto dall'artista attorno ai temi legati al tempo, alla dialettica tra religione e scienza e alla metamorfosi della realtà in surrealtà. La mostra è curata da Beniamino Levi, presidente della 'Dalí Universe' (società specializzata, che gestisce una delle più grandi collezioni private di opere dell'artista) ed è sostenuta dal gruppo 'Cuboin'. La direzione artistica è curata da Roberto Pantè, mentre il coordinamenteo delle attività internazionali è stato seguito da Patrizia Minardi. L'allestimento in esterna ha ricevuto il supporto del circolo 'La Scaletta', associazione locale attiva nella valorizzazione del patrimonio artistico della città. E' prevista, inoltre, l'istallazione di un'area cinema, nella quale verrà proiettato un docufilm dedicato alla mostra. Il biglietto per l'ingresso all'esposizione ha un costo di 12 euro, 8 per i residenti e 6 per le comitive. Si potrà rimanere aggiornati sull'esposizione attraverso il profilo Instagram creato ad hoc.


Lascia il tuo commento

Nessun commento presente in archivio