Michele Di MuroAd oggi, sono oltre 320 mila le nuove carte d'identità elettroniche rilasciate dai principali comuni italiani, stando al contatore presente sul sito ufficiale creato ad hoc dal ministero dell'Interno. La procedura che determina il passaggio al formato digitale del documento d'identità è partita il 4 luglio del 2016, seguendo la normativa presente nel decreto ministeriale del 23 dicembre 2015, che sostituisce integralmente il precedente decreto dell'8 novembre 2007. E' possibile richiedere la carta d'identità elettronica (Cie) in materiale plastico di nuova generazione, avente dimensioni e formato di un bancomat, presso gli sportelli del comune di residenza o domicilio e nei consolati, se si è residenti all'estero. Il documento ha validità di tre anni per i minori sotto i 36 mesi di vita, 5 per i minori al di sotto dei diciott'anni e 10 anni per i maggiorenni. E' stato stabilito, inoltre, che nei comuni nei quali è stato avviato tale processo di conversione verrà cessato il rilascio dei documenti nel tradizionale formato cartaceo. Al momento della domanda (bisogna attendere sei giorni per la consegna presso il domicilio o la residenza) sarà necessario fornire all'operatore i propri dati anagrafici, nonché quelli biometrici primari (fotografia, che deve essere di 33 x 45 mm) e secondari (impronte digitali). Si potrà esprimere, in maniera del tutto facoltativa, il proprio consenso o diniego alla donazione degli organi e tessuti in caso di decesso. Al fine di garantire la protezione dei dati personali e, quindi, contrastare la contraffazione, le nuove carte d'identità elettroniche sono dotate di un microprocessore che consente la lettura 'senza contatti' dei dati su specifici dispositivi, in dotazione presso figure istituzionali autorizzate al controllo (Polizia di Stato o alla frontiera, per esempio). Il richiedente riceverà infine, al momento della consegna, un codice Pin segreto e personale per l'accesso ai servizi on line statali (come quelli legati alla mensa dei figli o al pagamenti dei tributi). Il possesso della nuova Cie dovrebbe rendere più snello e veloce il processo di richiesta di una identità Spid (Sistema pubblico d'identità digitale), necessaria all'accesso ai servizi in rete erogati dalle pubbliche amministrazioni. Il costo dell'operazione è di 16,79 euro (Iva inclusa), al quale andranno aggiunti i diritti fissi e di segreteria comprensivi della spedizione. Accedendo al sito http://www.cartaidentita.interno.gov.it/ sarà possibile verificare la disponibilità della nuova carta d'identità elettronica presso il proprio comune. Basterà cliccare sul tasto 'prenotati' e digitare il nome della città interessata. Il processo di aggiornamento del documento identitario attraverso il passaggio dal cartaceo al digitale chiude un lungo periodo di sperimentazione e ricerca, iniziato nel 1997 con la legge Bassanini. Il ministero degli Affari Interni prevede il raggiungimento di una quota pari ai due terzi della popolazione entro la fine dell'anno solare in corso e del totale entro la metà del 2018. Un obiettivo che appare, oggi, ancora molto lontano.



Lascia il tuo commento

lorena - roma - Mail - giovedi 6 aprile 2017 1.30
gutirrezlorena@gmail.com Whatsapp: +33644694143
Mi chiamano la signora Idrovo LORENA GUTIRREZ Offro servizi finanziari ai paesi europei, anglofona e solo a famiglie e persone in urgente bisogno di fondi che sarÓ in grado di rimborsare il prestito senza grossi problemi durante la liquidazione mensile. Sappiate che sono molto cauti visto tutto ci˛ che accade oggi in rete. Chiedo alle persone di essere onesti specificamente dicendo agli uomini in malafede non rispondere al mio annuncio per evitare meno di un problema con la legge giudiziaria.
NB: I contributi da 5.000 a 5.000.000 di euro, con un tasso di interesse del 2% rimborsabile in un periodo a scelta con condizioni ragionevoli. Se i miei interessi propone si prega di contattare me il pi¨ presto possibile per noi per discutere le modalitÓ ei documenti richiesti.
Qui Ŕ la mia e-mail:gutirrezlorena@gmail.com Whatsapp: +33644694143


 1