Andrea GiuliaNon tutti i giovani sono alla ricerca del successo immediato o di una popolarità qualunquista, priva di ogni effettivo talento artistico. Ci sono anche quelli disposti ad apprendere un mestiere e a mettersi in gioco seguendo la via, assai più lunga e difficile, della 'dura gavetta', quella che tuttavia garantisce qualità artistica e professionale, oltre a esperienze felici e, allo stesso tempo, indimenticabili e preziose. E' quel che la cantante Sabrina Guida sta riuscendo a dimostrare, dopo solamente un anno di duro lavoro, con i suoi ragazzi del 'Laboratorio della voce'

Un grande e inaspettato successo ha ottenuto, presso il ‘Crossroads live club’ di Osteria Nuova (Roma) sulla via Braccianese, la nuova scuola di canto moderno e ‘live performing’ diretta da Sabrina Guida, il ‘Laboratorio della voce’, che venerdì 15 giugno ultimo scorso, dalle ore 21.00 in poi, ha presentato il proprio concerto di fine anno accademico 2012: il ‘Live performing stage 2012’. Gli allievi, guidati dalla loro ‘vocal coach’, sono stati accompagnati sul palco da una band di musicisti professionisti in uno dei ‘live club’ più esclusivi d’Italia. Ospiti della serata la ‘Queen tribute band’ dei ‘Nevermore’, capitanata dalla ‘Voce Queen Italia’, Luca Esposito. Il ‘Laboratorio della voce’ è una nuova struttura nata circa un anno fa e diretta dalla cantante Sabrina Guida, la nota autrice napoletana con alle spalle numerose collaborazioni artistiche negli ambienti musicali partenopei e una partecipazione - con ‘piazzamento’ degno di nota - al festival di Sanremo del 2005. È una scuola di canto moderno e di esibizioni dal vivo che propone un percorso di studio molto particolare, in quanto permette alle giovani leve del mondo musicale di esibirsi regolarmente sui palcoscenici di club, teatri, piazze locali e così via, insomma di fare quella preziosa ‘gavetta’ lungo tutto il corso di formazione artistica e non di esibirsi solamente in classici e un po’ stucchevoli saggi di fine anno. L’esibizione è infatti la metodologia più corretta per affrontare il palco, poiché saper creare un rapporto con il pubblico risulta fondamentale per la crescita artistica di ogni allievo. Quello a cui il pubblico ha assistito durante la serata è stata, in effetti, una tappa fondamentale nel percorso di studio dei ragazzi: l’esibizione dal vivo come verifica dei progressi fatti da ogni singolo giovane artista durante l’anno di studio. Il valore aggiunto è stato determinato dal fatto che questi ragazzi hanno cantato per la prima volta con una vera band di musicisti professionisti, svolgendo ruoli diversi durante il concerto, poiché non si sono esibiti solamente ‘solisti’, bensì anche come ‘coristi’ dei vari brani proposti al pubblico, al fine di dimostrare come il ‘Laboratorio’ di Sabrina Guida insegni a lavorare sulla voce a 360°. La rassegna è risultata di ottimo livello, simpatica, briosa, a tratti entusiasmante, soprattutto per il pubblico, che si è molto divertito a seguire i suoi giovani ‘beniamini’. Ha aperto la kermesse la minuta Francesca Frasca, che ha cantato la canzone ‘Benvenuto’; poi è stata la volta del promettente Luca Capputi, che ha proposto una propria interpretazione di ‘Ti scatterò una foto’; la rockeggiante Iulia Greco ha presentato al pubblico un'apprezzata versione di ‘Sei nell’anima’; un novello Noel Gallagher, Stefano Sansonetti, ha suonato e cantato il brano ‘Don’t look back in anger’; Stefania Chirri ha dato buona prova di sé con il brano ‘Mary Jane’; Domenico Chiarelli, con qualche ‘chiletto’ di troppo, ha comunque fatto notare la propria splendida voce con il pezzo ‘La tua bellezza’; la simpatica Andrea Zerulo ha scaldato il pubblico in sala con la propria versione di ‘Mi sei scoppiato dentro al cuore’; mentre l’elegante ‘figlia dei fiori’, Caroline Pinzari, ha deliziato tutti con il brano ‘Just feel better’; Agnese Della Porta, accompagnata da due coriste del ‘Laboratorio della voce’ ha presentato ‘Out of reach’; e il simpatico Alessandro Moscardi ha salutato amici e parenti prima di esibirsi con il brano ‘Che sarà di me’; Angelica Concordia ha fornito una prova convincente con ‘Everytime we touch’; poi è giunto il momento della ‘carina’ dell’Alto Lazio, Lucrezia Dominici, che con tanto di ‘fans’ e innamorati al seguito ha presentato ‘Chasing pavements’; infine, la 12enne ed emozionatissima Alessandra Nanìa ha convinto tutti sul proprio futuro con il brano ‘Gocce di memoria’. Nel corso della serata vi è stata, inoltre, la presentazione ufficiale del primo disco dei ‘Ragazzi del laboratorio’ (il volume 1), che consigliamo di acquistare al più presto proprio al fine di incoraggiare questi giovani talenti, alcuni dei quali estremamente promettenti (come il grintoso Domenico Chiarelli, l’elegante Caroline Pinzari e, soprattutto, la sorprendente Iulia Greco). Il percorso preparatorio di questa innovativa struttura artistica non prevede solo il ‘live performing’, ma anche un importantissimo lavoro di studio, in cui i ragazzi apprendono cosa significa registrare un disco in sala di incisione. Dunque, per chi lo vorrà, si potrà anche prenotare il cd dei ragazzi di Sabrina Guida a un prezzo veramente piccolo: 5 euro. Altra importante novità, annunciata nel corso della serata dalla stessa Sabrina Guida, sarà il prossimo trasferimento del ‘Laboratorio della voce’ presso una nuova e più ampia struttura, che diventerà presto uno dei principali studi di registrazione professionale dell’Italia centrale, al fine di far nascere una vera e propria scuola artistico-musicale in grado di rinverdire i successi e i fasti dei De Gregori, dei Pino Daniele, dei Venditti e dei Tony Esposito. Insomma, un vero e proprio centro di produzione audio per artisti, professionisti o emergenti. Il ‘Laboratorio della voce’ sta decisamente imponendosi nel panorama musicale, sia sotto il profilo qualitativo della preparazione che offre, sia sotto quello del numero degli iscritti, che è già più che raddoppiato in vista della la stagione 2013. Al centro della manifestazione, naturalmente, l’esibizione della tribute band ‘Nevermore’, capitanata da Luca Esposito, decretato “Voce Queen Italia” da Spike Edney (tastierista dei Queen) in persona. Infatti, Luca Esposito, ha vinto questo importante riconoscimento classificandosi al primo posto tra centinaia di aspiranti che ambivano al titolo di ‘Voce Queen’. La serata, ben presentata dal nostro direttore, Vittorio Lussana, giornalista da sempre sensibile alla formazione e all’orientamento dei giovani nel mondo delle professioni, si è chiusa con la consegna degli attestati di fine anno per ogni ragazzo, con tanto di fotografi scatenati a immortalare i giovani ‘divi’ di questo entusiasmante ‘Glee club’ sorto alle porte di Roma.


Lascia il tuo commento

Mina Autieri Liotta - Anguillara (Roma) - Mail - lunedi 25 giugno 2012 12.5
Simpaticissima apertura, complimenti. Fa sempre piacere leggere o sentire parlare di giovani che si danno da fare, senza star lý ad aspettare la manna dal cielo....
Iulia greco - Nepi - Mail Web Site - domenica 24 giugno 2012 4.9
Sono veramente estasiata !!!!


 1